Le frazioni di Positano, Montepertuso e Nocelle

Dettagli della notizia

Tra il mare e il cielo si stagliano in verticale i monti, sede privilegiata delle Frazioni di Montepertuso e Nocelle, piccoli agglomerati di folklore e meraviglie naturalistiche dove lo spirito d’accoglienza è di casa.

Data:

11 agosto 2023

Tempo di lettura:

3 min

Descrizione

MONTEPERTUSO


Montepertuso è la frazione più popolosa di Positano e deve il suo nome ad un monte forato soprastante il centro abitato.


Quel buco ha origini leggendarie: si narra infatti che il demonio, volendo dimostrare alla Madonna la propria forza, tentò invano di bucare la montagna con la forza delle sue mani ma non vi riuscì. La Madonna allora alzò la mano e, sfiorando appena con un dito la montagna, questa si sgretolò immediatamente. Il diavolo sconfitto  precipitò giù dal monte cadendo sulle rocce sottostanti dove ancora oggi è visibile la sua gigantesca orma impressa nella pietra.


Ogni anno il 2 luglio il borgo si illumina per i festeggiamenti in onore della Madonna Delle Grazie, protettrice della frazione e si rievoca la leggenda della lotta fra la Vergine e il demonio con una funzione religiosa e un suggestivo spettacolo pirotecnico all’interno del buco.
Montepertuso oggi è il luogo ideale per trascorrere momenti di relax lontano dal caos cittadino, nei tanti b&b che si trovano nella frazione.

 
 

 

NOCELLE


Nocelle è la frazione più alta e più antica di Positano, il suo nome venne attribuito erroneamente alle piante di nocciole, ma in realtà esso deriva dal latino “nova cella” cioè “nuova dimora”, nome dato dagli abitanti arrivati lì.
Nocelle è un borgo di grande interesse paesaggistico e naturalistico, perfetto per chi ama la montagna e la tranquillità. E’ meta di turismo montano per la vicinanza con i Monti Lattari e con il Sentiero degli Dei; i numerosi turisti vengono ospitati nei tanti b&b a conduzione familiare dai cui terrazzi si gode di un panorama mozzafiato. Caratteristiche poi sono le 1700 scalette che congiungono Positano a Nocelle.


La Madonna del Carmelo è la protettrice di Nocelle e si festeggia il 16 luglio nella piccola Chiesa che si trova nella piazzetta principale.

 

Proprio da Nocelle, è possibile addentrarsi in uno dei sentieri più belli e conosciuti al mondo. Parliamo del “Sentiero degli Dei” che attrae ogni anno tantissimi escursionisti. Già dal nome è possibile immaginare la spettacolarità del luogo che richiama unicità ed incredibile spendore.

Il Sentiero degli Dei è un percorso di trekking, della durata di circa 3 ore, che si snoda dalla frazione alta di Nocelle sino ad Agerola, per una lunghezza di circa 8 km (andata e ritorno). Un percorso che abbraccia la costa sorrentina e quella amalfitana, considerato tra i più belli al mondo.

Italo Calvino descriveva questo sentiero come “…quella strada sospesa sul magico golfo delle Sirene solcato ancora oggi dalla memoria e dal mito”.

Lungo il percorso si apre agli occhi di chi lo percorre un panorama incantevole su tutta la Costa Amalfitana, con Capri e i suoi Faraglioni, l’Isola de Li Galli all’orizzonte. Un itinerario completamente immerso nel silenzio, un’esperienza unica per entrare in sintonia con la natura circostante.

 

Ultimo aggiornamento

11/08/2023, 11:29